Category: News

23 Giugno 2020 by quemme 0 Comments

Bonus ristrutturazione 110% per i tuoi nuovi infissi Quemme

Il bonus ristrutturazioni al 110%, previsto dal c.d. Decreto Rilancio (D.L. 34 del 2020) e applicabile per interventi effettuati dal 1 luglio 2020 fino al 31 dicembre 2021, trova applicazione anche per la sostituzione degli infissi, ma solo a precise condizioni.

È infatti necessario associare la sostituzione degli infissi ad uno dei tre interventi “trainanti” previsti all’interno del decreto per ottenere la prevista detrazione del 110% o lo sconto in fattura (oppure la cessione del credito d’imposta all’impresa che esegue i lavori).

Gli interventi previsti come trainanti sono

Isolamento termico delle superfici opache verticali e orizzontali che interessano l’involucro dell’edificio con un’incidenza superiore al 25% della superficie disperdente lorda, fino ad un massimo di € 60.000, moltiplicato per il numero delle unità immobiliari che compongono l’edificio. I materiali isolanti devono rispettare i criteri ambientali minimi di cui al decreto del Ministro dell’ambiente 11 ottobre 2017;

Interventi sulle parti comuni degli edifici per la sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale. Si tratta degli impianti centralizzati per il riscaldamento, il raffreddamento o la fornitura di acqua calda sanitaria a condensazione, a pompa di calore (inclusi gli impianti ibridi o geotermici, anche abbinati all’installazione di impianti fotovoltaici) o di micro-generazione, fino ad un massimo di € 30.000, moltiplicato per il numero delle unità immobiliari.

Interventi sugli edifici unifamiliari sono ammessi, ma solo se destinati ad abitazione principale, per la sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale esistenti con impianti per il riscaldamento, il raffrescamento o la fornitura di acqua calda sanitaria a pompa di calore (la detrazione è calcolata su un tetto massimo di spesa fino a 30mila euro). In entrambi i casi inoltre nell’agevolazione rientrano anche le spese relative allo smaltimento e alla bonifica dell’impianto sostituito.

Ricordiamo infine che qualora l’acquisto e la sostituzione degli infissi non sia abbinata ad una di queste tre attività trainanti, è sempre applicabile il più specifico bonus ristrutturazione 2020 che prevede una detrazione del 50%.

10 Giugno 2020 by quemme 0 Comments

Portoni monumentali per edifici storici Quemme: il calore del legno e la qualità dell’alluminio

Unici al mondo, i portoni monumentali Quemme si fondono con l’intero stile dell’immobile divenendone un completamento ideale.

Si caratterizzano per le loro dimensioni considerevoli a cui devono necessariamente essere associate robustezza, sicurezza e funzionalità: i portoni monumentali per edifici storici Quemme non si deformano o alterano nel tempo.

Sono realizzati a regola d’arte e rappresentano un oggetto di gusto in grado di valorizzare l’edificio. La loro struttura portante è realizzata utilizzando profilati e laminati in alluminio opportunamente lavorati e protetti con trattamenti chimici al fine di garantire uniformità di finitura e colorazione inattaccabile.

Il particolare procedimento utilizzato da Quemme per la produzione di portoni monumentali assicura la possibilità di creare ante di qualsiasi dimensione, nel totale rispetto della struttura originale.

La qualità dei materiali utilizzati e la massima attenzione ad ogni dettaglio ed alle finiture permette ai portoni monumentali Quemme di essere un’alternativa migliore rispetto al tradizionale portone in legno: stesse caratteristiche estetiche con maggiore efficienza, tecnologia e sicurezza.

Le dotazioni di serie dei portoni monumentali alluminio-legno Quemme comprendono:

  • Vetro di sicurezza stratificato spessore 27mm;
  • Asta a leva su anta semifissa;
  • Cerniera in ottone massiccio;
  • Cilindro di sicurezza;
  • Serratura multilock.

10 Maggio 2020 by quemme 0 Comments

Vetri per serramenti, la qualità Quemme è trasparente.

I vetri rappresentano circa il 70% della superficie delle finestre e sono essenziali per garantire ottime prestazioni termiche-acustiche dei serramenti.

Esistono diversi tipi di vetro che si possono anche combinare con diverse tecnologie. Tale scelta può confondere chi non opera nel settore e non conosce le varie tipologie disponibili sul mercato. QUEMME dispone di un’ampia gamma di vetri per soddisfare tutti i desideri dei suoi clienti.

Vetro basso emissivo
Il vetro basso emissivo altro non è che un vetro isolante, costituito da due o più lastre distanziate da uno o più profili distanziatori. Un vetro isolante differisce da un normale vetro, perché dotato di un particolare trattamento, grazie a cui si riescono a contenere le dispersioni.

Vetro a controllo solare
Il vetro a controllo solare è un prodotto ad elevato contenuto tecnologico realizzato dall’industria del vetro per consentire il passaggio della luce solare attraverso una finestra o la facciata di un edificio, respingendo contemporaneamente all’esterno gran parte del calore solare. In questo modo gli spazi interni rimangono luminosi e molto più freschi rispetto all’impiego di vetro normale.

Vetro acustico
Per l’isolamento acustico è possibile richiedere sulle finestre i vetri acustici. Il rumore, specie nelle grandi città, è dannoso per la salute. E’ pertanto importantissimo che la casa e il luogo di lavoro abbiano un isolamento acustico efficace. Normalmente le finestre sono l’anello debole per quanto riguarda l’isolamento termico ed acustico di un edificio. I vetri acustici sono vetri stratificati composti da due lastre di vetro tra loro unite da uno o più film di materiale plastico trasparente, ad alta attenuazione acustica, i quali agiscono come ammortizzatore tra le due lastre di vetro e impediscono la vibrazione, riducendo l’inquinamento acustico.

Vetro riflettente
I vetri riflettenti creano una barriera visiva, in alcune condizioni, consentendo visibilità e luminosità dal lato opposto. Essi, infatti, nelle ore diurne, hanno effetto specchiante e riflettono la luce del sole garantendo grande intimità e comfort visivo.

Vetro temprato
I vetri temprati sono particolari vetri che subiscono un trattamento di riscaldamento e di rapido raffreddamento. Questo trattamento conferisce ai vetri una maggiore resistenza alle sollecitazioni meccaniche e agli shock termici. Alcuni vetri temprati possono essere considerati di sicurezza poiché, in caso di rottura, si sbriciolano in minuscoli frammenti inoffensivi.

Vetro stratificato
Il vetro stratificato si ottiene assemblando più lastre di vetro mediante l’applicazione di intercalari plastici (PVB, SG, EVA). Il vetro stratificato è la soluzione che offre la migliore garanzia in termini di sicurezza, sia come protezione delle persone dalle ferite conseguenti a rotture accidentali della lastra, sia come protezione contro le azioni esterne di malintenzionati. Tutti gli infissi QUEMME montano il vetro stratificato di serie.

Vetro ornamentale
Nei vetri ornamentali la massa vetrosa liquida viene colata continuamente tra una o più coppie di rulli laminatori e riceve, in questo modo, la struttura superficiale caratteristica di questa tipologia di vetro. A seconda della conformazione dei rulli si possono ottenere due facce piane, una piana e una decorata o due facce decorate. I vetri colati sono traslucidi, e non consentono, quindi, una visione chiara come nel vetro normale.

Doppio vetro/Triplo vetro
QUEMME offre la possibilità di montare sui propri serramenti, vetrate doppie o triple. La differenza è nella presenza di due o tre lastre di vetro, separate tra loro da un’intercapedine, definita camera d’aria. Rispetto al vetro monolitico, queste tipologie di vetro, migliorano l’isolamento dell’abitazione dal rumore esterno, e mantengono, inoltre, il calore, o l’aria climatizzata, evitando dispersioni termiche.